HomeSalute della boccaAlitosi, quali sono le cause e i rimedi?

Alitosi, quali sono le cause e i rimedi?

Un italiano su quattro soffre abitualmente di alitosi, o alito cattivo, cioè una condizione in cui l’alito ha un odore sgradevole. Ma da cosa deriva esattamente? Come risolvere questo fastidioso problema?

Alitosi cause

Sono diverse le cause dell’alito cattivo: la banale ingestione di particolari alimenti , come l’aglio che contiene allicina, molecola che si trasforma rapidamente in composti solfurei in grado di produrre l’alitosi, oppure vere e proprie patologie come, ad esempio, infezioni del tratto respiratorio o diabete.

Le cause dell’alitosi possono essere suddivise in:

  • intraorali: Nel 90% dei casi l’alitosi è determinata da problematiche del cavo orale, generata dai batteri in esso presenti, denti cariati o da una parodontite cronica.
  • extraorali: Infezioni nasali e faringee, condizioni respiratorie o gastro-intestinali o condizioni metaboliche, tumori;
  • transitorie: l’alitosi può essere determinata da particolari cibi e abitudini alimentari o da alcol e tabacco.
alitosi

Alitosi rimedi

L’alito cattivo può essere:

  • persistente;
  • temporaneo.

Il primo passo è andare dal dentista per una seduta di igiene orale. Nel caso in cui non fosse sufficiente, occorre consultare il medico per scoprire la causa dell’alitosi.

Patologie correlate all’alitosi

  • diabete;
  • epatiti;
  • patologie renali;
  • patologie gastrointestinali.

Le quali possono rendere il respiro pesante e piuttosto maleodorante. Contestualmente la cattiva igiene orale prolungata, può sfociare in:

  • infiammazioni delle gengive,
  • parodontiti
  • nei casi più gravi nella perdita di osso intorno ai denti.

In questi casi l’odontoiatra di fiducia sarà infatti in grado di valutare la causa dominante della problematica, suggerendo procedure terapeutiche e cure adeguate a rimuovere il problema.

Altre correlazioni

L’alito cattivo può anche derivare dalla cosiddetta sindrome della bocca secca, o xerostomia. Tipicamente provocata dagli effetti collaterali da farmaci, può derivare anche da eventi occasionali come febbre e diarrea, che comportano una riduzione del flusso salivare.

Quali sono i cibi amici e nemici dell’alitosi?

Alcuni cibi contribuiscono ad aggravare la situazione, amplificando la sensazione di secchezza delle fauci, tra cui:

  • aglio;
  • cipolla;
  • caffè;
  • vino;
  • dolciumi;
  • bevande gassate;
  • carne rossa;
  • insaccati;
  • latticini;
  • Troviamo anche alcune abitudini sbagliate, come:
  • assunzione di tabacco;
  • abuso di alcool;
  • esercizio fisico prolungato.

Mentre, i cibi che invece vengono in aiuto a chi soffre di alitosi sono quelli con una percentuale elevata di acqua, in quanto stimolano la produzione della saliva e svolgono un potente effetto rinfrescante. Tra questi troviamo:

  • sedano;
  • zucchine;
  • uva;
  • carote;
  • cetrioli;
  • limone;
  • rosmarino;
  • salvia;
  • menta;
  • timo;
  • basilico;
  • prezzemolo.

Se soffri di alitosi non esitare a chiedere aiuto al tuo dentista e al tuo medico di fiducia per indagare a fondo l’origine di questa patologia.

Redazione di Sorridiamo
Redazione di Sorridiamo
Sorridiamo è un portale divulgativo di informazione al paziente sulle novità in campo odontoiatrico, sulla prevenzione e la salute orale, il benessere e il sorriso.

LEGGI ANCHE

Filler labbra dal dentista per un sorriso da sogno

Il filler labbra è un trattamento estetico molto apprezzato che può essere effettuato anche dal proprio dentista di fiducia, allo scopo di correggere gli inestetismi delle labbra e aumentarne i volumi.

Apparecchio trasparente: quali sono i vantaggi di questo trattamento?

Gli allineatori trasparenti sono dispositivi medici progettati al fine di spostare e allineare gradualmente i denti, correggendo così disallineamenti lievi e moderati.

Odontoiatria estetica: quando l’odontoiatria è dalla parte della bellezza

L’odontoiatria estetica è quel ramo della disciplina odontoiatrica che non solo si occupa di risolvere problemi dentali per far tornare la bocca allo stato di salute iniziale, ma lo fa cercando di ottenere anche il risultato più estetico possibile secondo vari criteri.

Igiene orale professionale: quando il solo spazzolino non basta

Perché l'igiene orale professionale è importante? Sottoporsi periodicamente a sedute di detartrasi rappresenta un’importante forma di prevenzione contro l’insorgere di eventuali problematiche.