Guida all'ortodonziaDiastema: un difetto o un tratto distintivo?

Diastema: un difetto o un tratto distintivo?

Negli ultimi tempi i canoni tradizionali di bellezza sono stati messi in discussione, con un exploit di modelle dai tratti particolari e qualche imperfezione, come ad esempio il diastema.

Il diastema è solo uno spazio tra i denti?

Il diastema è una separazione particolarmente evidente tra due denti contigui. Raramente è segnale di una particolare condizione patologica, si tratta infatti di un comune disturbo di natura estetica, paragonabile a un dente accavallato o storto.

Il diastema può essere ricondotto:

  • ad una differenza nella dimensione dei denti;
  • alla mancanza di qualche dente;
  • alla presenza di un frenulo labiale troppo lungo o voluminoso.

Sebbene non ci sia unanimità sull’argomento, si ritiene che la struttura del frenulo possa in alcuni casi interferire con l’eruzione dentaria e la morfologia gengivale, portando proprio allo sviluppo del diastema.

Quali altri fattori scatenanti potrebbero esserci?

  • problemi nella conformazione del cavo orale;
  • l’eccessiva sporgenza degli incisivi superiori.

Come può essere corretto il diastema?

Se la moda del diastema o London Gap non fa per te e non vedi l’ora di liberarti di quello spazio pronunciato per sorridere liberamente, è possibile correggere il diastema con l’aiuto del tuo dentista di fiducia.

Una volta verificata la totale assenza di patologie o disturbi particolari, celati dalla presenza della spaziatura, si può procedere con la correzione.

Quali alternative potrebbero esserci?

  • Predisporre un trattamento ortodontico. Particolarmente adatto in giovane età, prevede l’applicazione di un apparecchio mobile o fisso per un periodo di tempo generalmente non molto breve, che varia dai 6 mesi ai 2 anni.
  • Applicazione di faccette in ceramica o porcellana. Sottili faccette vengono applicate e fatte aderire alle superfici di entrambi i denti, in questo modo si va a riempire la spaziatura aumentando artificialmente la dimensione dei denti, che risultano armonici e perfettamente allineati.
  • Copertura dei denti con corone artificiali o capsule. Attuato soprattutto in presenza di carie o pulpiti nei denti contigui e in soggetti non più giovanissimi.
  • Impianti dentali. Soluzione attuata esclusivamente negli adulti e in corrispondenza di denti profondamente danneggiati, permette di rimpiazzarli con sostituti di dimensione corretta, andando ad eliminare il diastema.
  • Frenulectomia. Si applica nei casi in cui il diastema è strettamente legato alle anomalie strutturali del frenulo precedentemente descritte. La pratica prevede il taglio del frenulo, per poi ricollocare lo stesso nella corretta posizione.
Redazione di Sorridiamo
Redazione di Sorridiamo
Sorridiamo è un portale divulgativo di informazione al paziente sulle novità in campo odontoiatrico, sulla prevenzione e la salute orale, il benessere e il sorriso.

Leggi anche

Studio dentistico: sicurezza e sterilizzazione

Per preservare la nostra salute, una delle priorità dello studio dentistico è la messa a punto di precisi protocolli per il controllo dell’igiene e...

Pedodonzia: aiuta il tuo bambino a sconfiggere la paura

Il timore di molti bambini nei confronti della prima visita odontoiatrica non è innato, spesso infatti è influenzato dalle percezioni dell’ambiente familiare o esterno....

Denti da latte: istruzioni per l’uso

È compito dei genitori insegnare le corrette abitudini orali ai più piccoli. In particolare, è importante giocare d’anticipo e individuare sin dai primi mesi le...

Ciuccio, biberon e allattamento: pro e contro per la salute orale

La causa della malocclusione dentale dei bambini a volte non è di origine genetica, bensì è legata a tipiche abitudini, dette ''viziate, protratte a...