Cura del sorrisoOttobre, mese della prevenzione dentale: tanti consigli per una bocca in salute

Ottobre, mese della prevenzione dentale: tanti consigli per una bocca in salute

Ottobre 2022 è il 42° mese della prevenzione dentale.
L’odontoiatria è efficace per curare le malattie dentali e i problemi di salute orale, ma la prevenzione è il modo migliore per mantenere in salute i nostri denti e può aiutare a risparmiare tempo (e denaro) che altrimenti andrebbe impiegato nell’affrontare delle cure dentistiche.

Ci sono tante buone abitudini e azioni quotidiane che possiamo intraprendere per avere una bocca in salute, ma il “segreto” per un sorriso sano per tutta la vita è abbinare delle buone abitudini a regolari controlli odontoiatrici e sedute di igiene orale professionale.

Ogni quanto andare dal dentista?

Generalmente, è consigliato fare una visita di controllo ogni 6 mesi. Delle visite frequenti sono importanti perché:

– Il dentista controlla la presenza di carie, la salute delle gengive, eventuali ulteriori problematiche alla bocca. Questi controlli permettono di cogliere eventuali problematiche nelle loro fasi iniziali, e quindi di evitare cure più costose e invasive.

–  Il dentista o l’igienista dentale eseguirà anche l’igiene orale professionale, eliminando placca e tartaro dalla superficie dei denti.

Una buona routine d’igiene orale a casa non è infatti sufficiente per evitare completamente l’accumulo della placca, che dipende anche dall’alimentazione, dallo stile di vita, dalla composizione della saliva e dall’acidità della bocca e può variare a seconda dell’individuo. Inoltre, solo con la detartrasi è possibile eliminare eventuali depositi di tartaro.

Consigli per l’igiene orale quotidiana

Sono sufficienti 24 ore senza lavarsi i denti per causare un sensibile peggioramento della salute orale. Infatti, se la pellicola batterica che forma la placca non viene eliminata ogni giorno lavandosi i denti il tartaro inizia già ad accumularsi nella zona dei colletti dentali e, a quel punto, sarà necessaria la pulizia dentale professionale eseguita nello studio dentistico.

Ecco dei semplici consigli per eseguire correttamente l’igiene orale di tutti i giorni:

  • Spazzolare i denti due volte al giorno per due minuti, un minuto per ogni arcata. È importante lavare i denti la mattina e la sera, prima di andare a dormire. Alcuni prescrivono di lavarsi i denti anche 3 volte al giorno, dopo ognuno dei 3 pasti principali. In realtà, 2 volte è considerato sufficiente dalla maggioranza dei dentisti, ma a patto di dedicarci ogni volta 2 minuti pieni.
  • Usare il filo interdentale/scovolino. Questi strumenti sono da molti considerati un “di più” da usare solo nel caso si senta qualcosa incastrato tra i denti. In realtà, il loro utilizzo è importante esattamente quanto lo spazzolino, poiché arrivano a pulire gli spazi interdentali, dove quest’ultimo non arriva.
    Tralasciare l’uso quotidiano di filo interdentale/scovolino (una volta alla sera) significa esporre denti e gengive al rischio di malattie, esattamente come succederebbe non utilizzando lo spazzolino.
  • Non lavare i denti subito dopo colazione. I dentisti raccomandano di lavare i denti al mattino, subito dopo essersi svegliati.
    È invece molto sbagliato lavare i denti subito dopo aver fatto colazione, poiché si corre il concreto rischio di danneggiarli. Questo perché la colazione tipica contiene cibi molto zuccherati e acidi (come i succhi di frutta) che indeboliscono e ammorbidendo lo smalto dei denti, che potrebbe danneggiarsi durante lo spazzolamento. Quindi, nel caso si preferisca comunque spazzolare i denti dopo colazione, bisogna aspettare circa 40 minuti per farlo, per dare tempo allo smalto dentale di riacquistare la sua durezza.

Come prevenire la carie?

La carie dentale è la malattia orale più diffusa. Allo stesso tempo, la sua prevenzione, se ben fatta, è altamente efficace.

Per una corretta prevenzione della carie si consiglia:

  • Rimozione giornaliera della placca dentale, che è la causa dell’insorgenza della carie.
    La placca è composta da proteine contenute nella saliva, zucchero e batteri. Questa sostanza si deposita sui denti e li avvolge, e se non è periodicamente eliminata crea l’ambiente ideale per la corrosione dello smalto dentale. Il metodo per rimuovere la placca è semplice: spazzolare i denti due volte al giorno per due minuti e usare il filo interdentale.
  • Dieta ben bilanciata tra i vari alimenti e con un basso contenuto di zucchero e farina bianca, i nutrienti principali dei batteri che causano le carie.
  • Assunzione di fluoro, che ha un ruolo importante nell’indurire lo smalto, rendendolo resistente agli acidi. Il ruolo del fluoro è importantissimo per i denti dei bambini, ma anche per quelli degli adulti. È incluso tra i componenti di quasi tutti i dentifrici, dato che agisce in superficie rafforzando lo smalto e rendendolo meno attaccabile dalle carie.
    Il fluoro è quindi imprescindibile per la salute dei denti ma non va mai assunto in eccesso, pena l’insorgenza di fluorosi, che danneggia i denti invece di rafforzarli.
  • Sigillatura dei molari, che consiste nella chiusura dei solchi dentari con la spennellatura di resine o cementi vetroionomerici.
    I molari sono i denti più soggetti alla carie. La parte superiore dei molari è infatti notevolmente irregolare ed è facile che si annidino i batteri che causano la carie dentale, soprattutto quando non si utilizza correttamente lo spazzolino. Questo capita soprattutto con i bambini, che non hanno ancora acquisito una buona manualità o nell’igiene orale.
    Il beneficio della sigillatura è di ridurre del 90% l’insorgenza delle carie sui molari a 3 anni dall’applicazione.

Buone abitudini per una bocca sana

Controlli regolari dal dentista e una corretta igiene orale sono fondamentali per prevenire molte malattie orali, ma ci sono altre buone abitudini e stili di vita che si possono seguire per mantenere la bocca in salute.

Dieta

Il cibo che mangiamo gioca un ruolo da non trascurare nella nostra salute orale ed è importante stare attenti soprattutto a tre fattori: i carboidrati, il calcio e l’acqua.

  • I carboidrati sono importanti per una dieta equilibrata, ma una quantità eccessiva può portare alla costante presenza in bocca di batteri cariogeni.
  • Il calcio è essenziale per il funzionamento del corpo umano, infatti, quando ce n’è poco, lo stesso organismo comincia a prelevarlo da ossa e denti, provocandone l’indebolimento. Assicuratevi di assumere abbastanza calcio, leggendo le tabelle nutrizionali e tenendo conto che la dose giornaliera raccomandata per una donna di più di 50 anni è di 1300 mg (poco meno per l’uomo).
  • Bere acqua è importante per mantenere il corretto pH orale e contrastare la crescita batterica all’interno della bocca. La disidratazione provoca anche una ridotta salivazione (xerostomia), che fa venir meno l’azione protettrice anti-acido che la saliva svolge quando avvolge i denti.
    Inoltre, l’acqua è una fonte di Fluoro, fondamentale per la salute dei denti soprattutto perché “fissa” il calcio sullo smalto dentale.

Stile di vita

In questo caso l’attenzione è puntata su alcol, fumo e sport.

L’alcool e il fumo aumentano il rischio di carie dentali, malattie gengivali e di cancro alla bocca. I fumatori corrono un rischio maggiore di parodontite e di riscontrare difficoltà a seguito di un intervento di chirurgia orale. Consumare una quantità eccessiva di alcool provoca la xerostomia, diminuendo la produzione di saliva e facendo sì che i reni espellano più acqua del normale, disidratando l’organismo. In generale il fumo di sigaretta e l’assunzione di alcool comportano un’elevata concentrazione di sostanze chimiche che danneggiano il tessuto gengivale e aumentano il rischio di cancro alla bocca.
Il consiglio è quindi quello di non fumare e bere con moderazione.

“Sport” è sinonimo di salute, ma spesso durante l’attività sportiva viene sottovalutata la salute dei denti. I denti, infatti, sono le parti del corpo più a rischio di rottura in diverse attività nelle quali non è ancora obbligatorio l’uso del paradenti (come basket, calcio, pattinaggio ecc.).

La soluzione è semplice: indossare il paradenti ogni qual volta si affronti uno sport dove può avvenire un urto con attrezzature o contatto fisico con altri giocatori.

Seguire tutti questi suggerimenti può non essere sempre facile, ma è importante ricordare quanto questi comportamenti corretti possano portare un grande beneficio non solo alla nostra salute orale, ma anche alla salute del nostro intero organismo.

Redazione di Sorridiamo
Redazione di Sorridiamo
Sorridiamo è un portale divulgativo di informazione al paziente sulle novità in campo odontoiatrico, sulla prevenzione e la salute orale, il benessere e il sorriso.

Leggi anche

Ottobre, mese della prevenzione dentale: tanti consigli per una bocca in salute

Ottobre 2022 è il 42° mese della prevenzione dentale. L’odontoiatria è efficace per curare le malattie dentali e i problemi di salute orale, ma la...

Detrazione dentista: la guida sui requisiti e su come ottenerla

Anche per le spese odontoiatriche, come per le altre spese di visite specialistiche, è previsto uno sconto sull'IRPEF del 19%. Detrazione dentista nel modello 730:...

Denti da latte: istruzioni per l’uso

È compito dei genitori insegnare le corrette abitudini orali ai più piccoli. In particolare, è importante giocare d’anticipo e individuare sin dai primi mesi le...

Apparecchio trasparente e adolescenti: è amore?

Per un adolescente l'apparecchio è quasi sempre una maledizione da scongiurare o un trauma da affrontare. Ma se il trattamento prevedesse un apparecchio trasparente?