HomeRivelatori di placca: come funzionano?

Rivelatori di placca: come funzionano?

I rivelatori di placca sono composti farmaceutici disponibili in forma liquida o in compresse orosolubili che consentono di visualizzare in maniera rapida la placca batterica presente su tutte le superfici della bocca.

Che cos’è la placca dentale?

La placca dentale è una patina opalescente che si forma gradualmente sulle superfici dentali, attirando batteri e proteine salivari.

  • Inizialmente si ha la formazione di una sottile pellicola dalla struttura non ben definita, che va ad alterare la superficie del dente, creando un ambiente favorevole all’adesione di microorganismi e batteri.
  • Successivamente, la rapida colonizzazione da parte della flora batterica orale scatena un circolo vizioso che stimola la continua aggregazione e moltiplicazione batterica.
  • Il risultato è un ispessimento della patina che, inglobando materiale cellulare e sostanze varie, sviluppa una composizione piuttosto elaborata e difficile da eliminare.

I denti potrebbero risentirne, sviluppando carie e infiammazioni che rischiano di sfociare in patologie gengivali. Per questo è importante non trascurare l’igiene orale quotidiana e professionale.

Rivelatori di placca: che cosa sono?

Per rendere visibile la placca che si accumula negli spazi tra un dente e un altro, è possibile utilizzare i rivelatori di placca. Si tratta di pastiglie o soluzioni liquide simili a collutori, che contengono al loro interno sostanze coloranti (unite ad aromi in grado di rendere il prodotto più gradevole) e, talvolta, il fluoro.

Le due tipologie di rivelatori

  • Le soluzioni liquide, vengono generalmente applicate sui denti tramite un batuffolo di cotone o utilizzate per risciacqui.
  • le pastiglie, invece, devono essere masticate o lasciate sciogliere in bocca senza deglutire, spalmando il liquido che si forma sulle arcate dentarie.

Le sostanze pigmentanti, solitamente di colorazione rosacea o violetta, vengono assorbite dalla placca depositata sui denti e la colorano, intensificandosi in corrispondenza di accumuli più maturi e consistenti. Alcuni rivelatori sono anche in grado di segnalare con colorazioni diverse gli accumuli più vecchi e quelli più recenti.

rivelatori di placca
rivelatori di placca

Come rimuovere la placca dentale

Se adeguatamente pulite e libere da placca e tartaro, le superfici dentali non assorbono le sostanze pigmentate. Mentre la placca tende ad incamerare il colorante, risultando evidenziata e messa in luce dalla procedura.

Una volta individuati gli accumuli di placca, sarà più facile andare a rimuoverli con il filo interdentale e lo spazzolino. Non bisogna allarmarsi: denti e gengive rimarranno colorati per poco tempo in quanto la pigmentazione tende a regredire autonomamente dopo qualche minuto.

I rivelatori di placca stimolano il tuo bambino a curare l’igiene orale?

Oltre a scovare la placca che si insedia nel sorriso del tuo bambino, il rivelatore può stimolarli a curare la salute orale grazie all’utilizzo dei colori. Il veicolo immediato e giocoso dei colori rende infatti i piccoli consapevoli di ciò che si deposita tra i denti e che normalmente non è visibile.

Dove è possibile trovare i rivelatori di placca?

Sono reperibili in commercio, nei supermercati più forniti o nelle farmacie. In alternativa possono essere applicati dal dentista di fiducia.

Redazione di Sorridiamo
Redazione di Sorridiamo
Sorridiamo è un portale divulgativo di informazione al paziente sulle novità in campo odontoiatrico, sulla prevenzione e la salute orale, il benessere e il sorriso.

LEGGI ANCHE

Filler labbra dal dentista per un sorriso da sogno

Il filler labbra è un trattamento estetico molto apprezzato che può essere effettuato anche dal proprio dentista di fiducia, allo scopo di correggere gli inestetismi delle labbra e aumentarne i volumi.

Apparecchio trasparente: quali sono i vantaggi di questo trattamento?

Gli allineatori trasparenti sono dispositivi medici progettati al fine di spostare e allineare gradualmente i denti, correggendo così disallineamenti lievi e moderati.

Odontoiatria estetica: quando l’odontoiatria è dalla parte della bellezza

L’odontoiatria estetica è quel ramo della disciplina odontoiatrica che non solo si occupa di risolvere problemi dentali per far tornare la bocca allo stato di salute iniziale, ma lo fa cercando di ottenere anche il risultato più estetico possibile secondo vari criteri.

Igiene orale professionale: quando il solo spazzolino non basta

Perché l'igiene orale professionale è importante? Sottoporsi periodicamente a sedute di detartrasi rappresenta un’importante forma di prevenzione contro l’insorgere di eventuali problematiche.